Come prima, più di prima …………………..

Si sa che il consiglio comunale è un organo autonomo, ma dalle parole del sindaco Bufalino si lasciava presagire un’aria di cambiamento.

Oggi il consiglio aveva l’occasione di cambiare rotta, ma così non è stato, i consiglieri del gruppo Liberamente si sono resi disponibili a votare il presidente del consiglio proposto dalla maggioranza, auspicandosi che lo stesso facessero i consiglieri di maggioranza sulla votazione del vice presidente del consiglio.

Ma dalle parole si è passato ai fatti, il portavoce della maggioranza ha rigettato (così si è espresso) la proposta del gruppo Liberamente, i quali hanno votato il Presidente proposto dalla maggioranza, ma i consiglieri della maggioranza non hanno votato il candidato proposto dal gruppo Liberamente, insomma la prima seduta non è andata granchè bene per quanto riguarda il dialogo politico.

In conclusione a prendere il sopravvento è stata la logica della spartizione delle cariche tra le fazioni politiche che compongono la maggioranza.

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Libera…mente, meglio del diserbo

Quando arriva la compagine di Liberamente, non crescerà più nulla, distruggerà tutto.
Questo voleva intendere il Sindaco al comizio di chiusura del suo mandato, ma dovrebbe farsi una domanda, come lascerò il paese alla nuova amministrazione?

Voi datevi una risposta da soli:

 

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Elezioni Amministrative del 10 Giugno 2018 – Lista Liberamente

Programma da scaricare al seguente link: PROGRAMMA

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

TARI – CUNTENTI E GABBATI

La vittoria di Pirro

L’attuale amministrazione tramite l’app Telegram del Comune di Montedoro ha postato un’immagine, che come un trofeo, annuncia l’abbassamento della tassa sull’immondizia del 10%. E’ vergognoso che in 9 anni, dopo aver aumentato questa odiosa tassa del 450%, oggi ci viene presentata come una notizia eclatante questo misero ribasso. Ma che ci prendono in giro? Il costo preventivo rispetto agli anni precedenti ha subito lievi rincari, anzi per il 2018 il costo preventivo è lo stesso del 2014: 304 mila euro. Per questo ci chiediamo: Se i costi sono gli stessi del 2014, allorquando le tariffe erano circa del 40 % in meno rispetto a quelle del 2017, come mai, pur in presenza della introduzione della raccolta differenziata, che avrebbe dovuto comportare dei risparmi, la riduzione è soltanto del 10% rispetto all’anno scorso?

Durante il consiglio comunale per la determinazione delle tariffe per pagare tale tassa il gruppo di opposizione Libera…Mente ha fortemente chiesto che venisse:

  1. Bocciato il piano dei rifiuti presentato dalla SSR perché sovradimensionato, in quanto non rispecchia la realtà dei costi del servizio locale;

  2. Costituita una commissione consiliare a cui affidare il compito di recarsi presso gli uffici della SSR, allo scopo di esaminare il piano operativo della gestione del servizio di raccolta dell’immondizia, per proporre delle modifiche finalizzate alla riduzione del costo del servizio e, quindi, delle tariffe.

  3. Controllato il percorso della differenziata in quanto i rimborsi del CONAI, a fronte dei rifiuti differenziati conferitegli, siano quasi irrilevanti, probabilmente a causa del fatto che la racc

  4. olta differenziata non sia fatta bene, come previsto dalle normative vigenti;

  5. Applicata una tariffa abbassata di circa il 30%, invece del 10% rispetto al 2017.

Nella frenesia incontrollata dell’intervento del Sindaco ha dichiarato che i costi del servizio per il 2017 invece di 334 mila euro, così come era stato preventivato nel piano rifiuti dell’anno scorso, e su tale piano sono state confermate le tariffe del 2016, è stato di 250 mila euro, costo che rientrerebbe benissimo nella proposta avanzata dalla minoranza. Ma un muro di gomma ogni volta si alza in seno al consiglio dove i colleghi di maggioranza preferiscono tacere e sottostare alle invettive del Sindaco, che giustifica l’impossibilità di ridurre più del 10% le tariffe in vigore, perché ciò esporrebbe il Comune al rischio di non poter far fronte alle spese connesse al servizio della nettezza urbana, anche nella considerazione del fatto che i costi probabilmente nei prossimi mesi aumenteranno, come annunciato dallo stesso Presidente della Regione, a causa della chiusura delle discariche e del trasferimento dei rifiuti al Nord o all’estero; ma anche questa giustificazione è frutto dell’incapacità amministrativa di questa persona per due motivi:

 

  1. Con l’aumento della raccolta differenziata si espone molto meno il costo del servizio alle variazioni di spesa per quanto riguarda il trasferimento dei rifiuti al Nord o all’estero; infatti i costi di conferimento dei rifiuti in discarica (la quota indifferenziata) rispetto all’anno precedente si sono abbassati di circa il 60%; per cui continuando la differenziata saremo meno esposti a tali eventuali aumenti.

  2. L’incapacità amministrativa di questo sindaco, schiavo del consenso, ha portato una grossa fetta della popolazione ad evadere e/o ad eludere tale tassa; infatti a distanza di 10 anni nonostante abbiamo sempre chiesto una rivisitazione dei ruoli, a tutt’oggi ci sono ancora molti buchi neri in questi famigerati tabelle. Purtroppo ciò si traduce nel fatto che c’è chi paga e purtroppo paga anche per chi non paga.

Alla fine della trattazione del punto all’OdG, il Presidente del Consiglio messo ai voti la proposta della minoranza, questa viene respinta Conclusasi la votazione il gruppo Libera…Mente, così come dichiarato, per protesta si è allontana dall’aula non partecipando alla votazione del Piano Tariffario.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

La Sicilia 31.03.2018 “Il Sindaco non può decidere da solo”

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

L’Associazione Culturale Liberamente organizza un incontro per discutere sulle esose bollette del Consorzio di Bonifica di Caltanissetta

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento